.
Annunci online

 
claudiogiudici 
"Tassisti ignoranti, brutti e cattivi!"... Ma Cusano pensava a loro quando scrisse La Docta Ignorantia?
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Movimento Internazionale per i diritti civili - Solidarietà
No Big Banks
Executive Intelligence Review
Lyndon LaRouche - Political Action Committee
21st century science and technology
Schiller Institute
  cerca

A Servizio Pubblico da Santoro...

A Uno Mattina...

Al Circo Massimo...

Alla americana Lpac Tv...

A Toscana Tv...

Mi rifiuto di accettare l'idea che il modo in cui "si è" ci renda moralmente incapaci di diventare "ciò che dovremmo essere". (Martin Luther King)

  RIFLESSIONI, ARTICOLI, INTERVENTI di Claudio Giudici: 

Questo messaggio lo dedico ai folli.
A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.
Potete citarli. Essere in disaccordo con loro.
Potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potete fare è ignorarli.
Perchè riescono a cambiare le cose.
E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, io ne vedo il genio.
Perchè solo coloro che sono abbastastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero.
(Mahatma Gandhi)

 

 

AMERICAN REVOLUTION


Coloro che professano di volere la libertà, ma deprecano l'azione politica, sono come gli uomini che vogliono il raccolto senza seminare, o la pioggia senza lampi e tuoni. Vogliono l'oceano senza il terribile brusio delle sue possenti acque. (Frederick Douglass)

SCIENZA

"Il selvaggio disprezza l'arte e riconosce la natura come sua assoluta sovrana; il barbaro deride e disonora la natura, ma, più spregevole del selvaggio, molto spesso continua ad essere schiavo del suo schiavo. L'uomo colto si fa amica la natura e ne rispetta la libertà, semplicemente frenandone l'arbitrio."
(Friedrich Schiller, Lettere sull'educazione estetica dell'uomo, n. 4)
 
 

 

Dal libro della Sapienza (6)
Chi cerca la sapienza la trova
[12]La sapienza è radiosa e indefettibile, facilmente è contemplata da chi l'ama e trovata da chiunque la ricerca.
[13]Previene, per farsi conoscere, quanti la desiderano.
[14]Chi si leva per essa di buon mattino non faticherà, la troverà seduta alla sua porta.
[15]Riflettere su di essa è perfezione di saggezza, chi veglia per lei sarà presto senza affanni.
[16]Essa medesima va in cerca di quanti sono degni di lei, appare loro ben disposta per le strade, va loro incontro con ogni benevolenza.
[17]Suo principio assai sincero è il desiderio d'istruzione; la cura dell'istruzione è amore;
[18]l'amore è osservanza delle sue leggi; il rispetto delle leggi è garanzia di immortalità
[19]e l'immortalità fa stare vicino a Dio.
[20]Dunque il desiderio della sapienza conduce al regno.
[21]Se dunque, sovrani dei popoli, vi dilettate di troni e di scettri, onorate la sapienza, perché possiate regnare sempre.

"Quid Veritas?" chiede Ponzio Pilato a Gesù Cristo.
"What is love?" chiede il principe Carlo d'Inghilterra al giornalista che chiedeva a lui e Diana se si amavano.
Verità ed Amore, così come la Libertà, la Giustizia, il Bene, il Bello, sono il Cerchio che al nostro occhio pare di avere tracciato. Credete veramente di essere in grado di tracciare un Cerchio? Sì, mi riferisco a quell'inesistente complesso di punti tutti equidistanti dal medesimo fuoco. Credete veramente di averlo tracciato col vostro bicchiere, col vostro compasso, con la vostra macchina ad altissima precisione? No, non lo avete tracciato. Al vostro occhio così appare, ma quello che siete riusciti a fare è solo un'approssimazione di ciò. Bene, se così è, se è impossibile creare il cerchio perfetto, è tuttavia inutile provarci? Se sì, la ruota - che abbiamo detto non potrà essere perfettamente circolare - non è una conquista per l'Uomo, che lo aiuta nella sua relazione con l'Universo? Certo che lo è. Trasferiamo ora tutto questo ragionamento attorno alle Idee di Verità, Amore, Giustizia, Bellezza, Libertà, Bontà.
"Così in terra come è in Cielo".



 

 Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio Giudici Claudio
Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche Lyndon LaRouche
Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson Amelia Boynton Robinson
Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller Schiller
Franklin Roosevelt  Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt Franklin Roosevelt
new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal new deal 
economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare economia fisica economia finanziaria economia reale produzione hedge fund nucleare
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
bolla immobiliare bolla speculativa list carey hamilton la pira de gasperi mattei liberalizzazioni taxi tfr sistema americano di economia politica debito hamiltoniano banca nazionale infrastrutture credito allo sviluppo cassa per il mezzogiorno global warming frode truffa trattato di Westfalia Concilio di Firenze Cusano Platone Socrate Vangeli Bertrand Russell Genesi malthusianesimo dirigismo keynesismo oligarchia finanziaria Prometeo Eschilo lym movimento solidarietà movimento internazionale per i diritti civili solidarietà ponte di sviluppo eurasiatico keplero machiavelli programma politico franklin delano roosevelt Al Gore maglev piano oasi nuova bretton woods
Beppe Grillo  Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo Beppe Grillo

 

 


Ponte di Sviluppo infrastrutturale globale 
di Lyndon LaRouche


Progetti ferroviari in Africa


Progetto ferroviario nei Balcani


Progetti ferroviari ed energetici nel Medio-Oriente




 

 

 

 

BREVE STORIA DELL'ECONOMIA MONDIALE DAL 1945 AL 2008


 

Diario | Economia | Politica | Filosofia | Documenti | Poesia | Scienza | Liberalizzazioni-privatizzazioni | Chi sono |
 
Diario
1visite.

29 maggio 2009

Agli on. Pistelli, Sereni, Baretta, Damiano

Egr. Onorevoli,

Vi scrivo in merito al Vs. manifesto, “Una nuova stagione politica per l'Italia”, affinchè possiate prendere in considerazione alcuni dei dubbi che al cittadino comune derivano dalla lettura dello stesso.

Quando parlate della “destra liberista” il lettore più attento resta sicuramente spiazzato. Infatti, senza voler negare la presenza di una frangia liberista nella destra italiana (si pensi a Della Vedova, Capezzone, Martino e agli stessi ministri Scajola e Brunetta), la più grande stagione neoliberista avutasi in Italia è stata a firma dei governi di centro-sinistra, durante il periodo 1992-2000. In quegli anni si ebbero le famose privatizzazioni che portarono ad una riduzione del debito pubblico dell'8%, ma che allo stesso tempo accompagnarono l'abbassamento della produttività industriale italiana di circa il 70%. Si trattò della privatizzazione più cospicua d'Europa, in quanto non riguardò solo i cosiddetti “carrozzoni”, ma anche perle dell'impresa pubblica come Telecom, Eni, Comit, Credit, Ina, Imi, che spiccavano per redditività.

Circa la bontà generale delle privatizzazioni, è interessante rilevare un dato fornitoci recentemente dalla Fondazione Mattei, per cui l'ammontare del ricavato di tutte le privatizzazioni mondiali dal 1970 ad oggi (1500 miliardi di dollari), nel solo ultimo anno di crac finanziario, è stato superato per oltre 4 volte dai salvataggi pubblici.

In materia di contratti di lavoro, con l'introduzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa, avviaste una radicale forma di deregulation, che fu poi umanizzata nel 2003 dal Governo Berlusconi col contratto di collaborazione per programma (o contratto a progetto).

In materia di commercio, è con il decreto Bersani (d. lgs. 114/98) che si dà il via ad un processo nazionale di radicale avanzamento delle grandi catene distributive in un settore che era a prevalente piccola imprenditoria, usando il pretesto della facilitazione della capacità distributiva del sistema, in modo che “l'anziana signora potesse avere sotto casa la gastronomia piuttosto che il calzolaio”. Il risultato è stato diametralmente opposto al fine sbandierato, ma nel frattempo, nel silenzio odierno di una capacità distributiva sempre meno capillare e sempre più concentrata nella grande distribuzione (circa il 70% del totale), un'infinità di piccole attività commerciali sono andate chiudendo.

Circa il “convinto rilancio dell'Unione Europea”, esso per essere autentico deve mettere in discussione gli assiomi stessi su cui si reggono i trattati UE, da Maastricht fino a quello non ancora entrato in vigore di Lisbona. La connotazione di questi, infatti, è tipicamente liberista, proprio come a Vostro dire lo sarebbe la cosiddetta destra italiana. Ma nessuna rivisitazione dell'attuale Europa può considerarsi autentica e democratica, se non viene ripensata la Commissione, la quale diverrà sostanzialmente sede esclusiva dei poteri legislativo ed esecutivo, e non viene messo in discussione il potere della BCE, che pur essendo istituto di diritto pubblico, si presenta di fatto come un consorzio delle banche private europee, che di fatto domina tutta la politica economica degli Stati membri. A questo proposito è interessante notare che il PD d'opposizione, non ha avuto di cosa dire in merito al neo-interventismo statale nei settori bancari – addirittura non coordinati nella loro prima fase del crac finanziario in corso – , che è tanto più anomalo se confrontato invece con l'impossibilità di poter intervenire da parte degli Stati in altri settori economici (si pensi ad Alitalia, dove ci si è trastullati intorno al fatto se l'ultimo prestito governativo alla compagnia di bandiera, fosse o meno un prestito ponte). Allo stesso modo – nei giorni in cui l'agenda politica è riempita dallo scoop dell'esercito editoriale di De Benedetti, intorno alle feste a cui avrebbe partecipato il Presidente del Consiglio – , il G20, che doveva risolvere i gravi problemi dell'attuale ordine finanziario mondiale, è stato gestito dal principale Stato protettore dei paradisi fiscali e promotore della finanziarizzazione dell'economia mondiale, la Gran Bretagna, “autorizzando” salvataggi bancari a livello globale e contemporaneamente indirizzando una più radicale politica globale di tagli ai bilanci sanitari (!). Su questo fronte, visto che l'Italia si sta presentando come l'unico paese a non avere concesso salvataggi bancari indiscriminati, bensì finalizzati alla concessione di credito nell'economia reale – purtroppo attraverso una sola opera di moral suasion, visto che la normativa europea non consente diversamente – , sarebbe veramente una “nuova stagione politica per l'Italia” se Voi sostenesse la battaglia quasi solitaria che il min. Tremonti sta facendo sul fronte della riforma del sistema finanziario mondiale e del ritorno, ex art. 47 Cost., ad un corretto ruolo dello Stato sul fronte del credito.

Circa la criminalizzazione del protezionismo, mi permetto di ricordare il ruolo che esso ha avuto nelle principali rivoluzioni economiche statunitensi (sotto Washington, Lincoln e Franklin Roosevelt), nonché per la ricostruzione delle economie europee nel dopo guerra (che solo il prof. Giavazzi non riconosce), e nella miracolosa costruzione di sani sistemi economici nei paesi del sud-est asiatico. L'omogeneizzazione del tutto, che il liberoscambismo comporta, ha distrutto decenni di conquiste fatte nel mondo del lavoro, obbligando i lavoratori del Primo mondo ad accettare le compressioni in termini di diritti e di trattamento retributivo, costretti dalla concorrenza provocata dalla mano d'opera a basso costo e senza diritti proveniente dai paesi del Secondo e Terzo mondo. Nella grande orgia del laisser faire globale diffusosi grazie al Wto – se non bastasse la distruzione del tenore di vita reale delle persone – anche i diritti sanitari e la tutela ambientale sono diventati istanze marginali a cospetto del “dio della concorrenza”, a cui solo attraverso accordi tra stati nazionali sovrani possiamo tornare ad opporci.

Circa le riforme economiche, se esse debbono corrispondere ad “un’idea di società più libera, aperta, solidale”, bisogna prendere netta distanza da quanto fatto dagli anni '80 fino all'ultimo Governo Prodi (si pensi alla frode della riforma del Tfr, per cui mi permetto di rimandare a www.movisol.org/07news110.htm). Quelle riforme, dalla scala mobile, al sistema pensionistico, alle privatizzazioni ed alle liberalizzazioni, non sono servite altro che a favorire quel processo di “disintegrazione controllata dell'economia” di cui parlò Paul Volcker negli anni '70, creando fenomeni di sperequazione economica e di disparità sociale, più connaturati ai sistemi autoritari sud-americani che non a delle civili economie, e che offrono il miraggio di breve periodo della crescita economica, solo perchè inseriti in un contesto di settorializzazione globale dei ruoli, grazie a cui i paesi del Primo mondo hanno potuto cavalcare lo sfruttamento del lavoro a basso costo e sostituire all'economia produttiva quella centrata sul debito.

Circa l'affermazione per cui “il PD trova le sue radici nel mondo del lavoro”, credo che ogni cittadino italiano auspichi ciò. Tuttavia dobbiamo prendere atto del fatto che sulla base di quanto evincibile da una sorta di manifesto politico che la “tessera numero uno” del PD, l'ing. De Benedetti, rilasciò in un'intervista, ed a cui la politica del centro-sinistra è andata adeguandosi negli anni, la realtà non corrisponda a tale dichiarazione d'intenti. Egli affermò: Il referente del Partito Democratico deve essere il consumatore” (Corriere della Sera, 2 dicembre 2005).

Concludendo, la parte finale del Vostro manifesto in cui ci si augura una maturazione dell'Italia che le permetta “di esprimersi al meglio nella nuova scena europea e mondiale”, palesa l'approccio che domina tutta questa dichiarazione d'intenti; si potrebbe dire un approccio “esistenzialista”, che dà per scontato che non possa farsi altro che accettare l'ordine imposto dall'attuale scena europea e mondiale e dove invece si deve puntare alla sua fondamentale riforma, nel momento che è un ordine sostanzialmente dominato dai processi speculativi della globalizzazione finanziaria – dunque un ordine ingiusto. Non sarà possibile alcun sostanziale progresso nei tenori di vita della popolazione mondiale – e dunque anche italiana – sia in senso economico che morale, se si continuerà a ritenere come semplicemente ossequiabile l'attuale ordine mondiale ed europeo. Entrambi sono infatti viziati dal punto di vista della democrazia sostanziale, in quanto privano Stati e Popoli di un'autentica sovranità monetaria ed economica.

Non potrà esistere alcuna nuova stagione politica italiana se non verrà ripresa la strada, che prima del G20, stava portando verso una riforma del sistema finanziario mondiale, una Nuova Bretton Woods come proposta da anni dall'economista e politico americano Lyndon LaRouche, e non si tornerà ad un'economia di stampo rooseveltiano per l'emancipazione dei popoli sottosviluppati e l'impostazione di sistemi economici che accrescano la creatività umana attraverso infrastrutture e produzioni tecnologicamente sempre più avanzate, invece che centrate sullo sfruttamento del lavoro a basso costo e sull'ipertrofia dei fenomeni finanziari a danno di quelli fisico-economici. Pur essendo patrimonio storico dell'identità che il Partito Democratico dovrebbe incarnare, tutto questo è oggi invece dimenticato o clamorosamente minoritario. Per lo stesso bene del PD e dell'Italia, è invece opportuno che questa tradizione sia al più presto riscoperta.

In questo quadro, mi permetto di suggerirVi l'adesione a due appelli che stiamo facendo circolare: 1) Petizione per la creazione di una Commissione parlamentare d'inchiesta sulla crisi finanziaria (www.movisol.org/09petizione01.htm); 2) Petizione al governo Berlusconi: salviamo la piccola e media impresa, invece degli speculatori! (www.movisol.org/09petizione02.htm).


 

Claudio Giudici

Movimento internazionale per i diritti civili - Solidarietà

www.movisol.org

 

20 maggio 2009

Il piano sanitario dell'amministrazione Obama riecheggia la politica nazista delle "bocche inutili da sfamare"

 

Il Presidente Obama, sotto l'influsso del consigliere economico alla Casa Bianca Larry Summers ed il direttore dell'ufficio del Bilancio Peter Orszag, è intenzionato a tagliare drasticamente la spesa sanitaria e previdenziale in tutti gli Stati Uniti. Peter Orszag sostiene che verrebbero spesi 700 miliardi di dollari (altri dicono 2000 miliardi) per l'assistenza sanitaria senza alcun "risultato effettivo" e propone la mannaia anche per la previdenza sociale (le pensioni) e per Medicare (l'assistenza sanitaria per gli anziani). All'insegna della riduzione delle spese, del rapporto "costo-benefici" e dell'"eliminare gli sprechi" le misure previste negano cure vitali agli infermi e mettono fine ai trattamenti ad alta tecnologia.

Si tratta di sanità nazista, ha accusato Lyndon LaRouche, e deve essere fermata immediatamente. "Non è un cavillo, non è una questione di interpretazione. È una copia diretta della filosofia dei nazisti, ed è esplicita. Si tratta di genocidio di massa". E mentre i consiglieri economici di Obama si lamentano delle "spese esorbitanti" per salvare la vita dei normali cittadini americani, spendono trilioni di dollari dei contribuenti per salvare i mercati finanziari.

Secondo LaRouche, il vero obiettivo della mannaia dovrebbe essere invece l'Health Maintenance System (HMO), ovvero il sistema di assicurazione sanitaria privata ideato solo ed unicamente per fare soldi. Una volta abrogato il sistema HMO "si potrà procedere con altri programmi per ricostruire l'assistenza sanitaria negli Stati Uniti, ma non prima. E questo eliminerà il principale fattore di spreco nel sistema sanitario".

Infatti, stando a svariati studi, inclusi quelli di enti governativi quali il GAO (Government Accountability Office) e del New England Journal of Medicine, dal 30 al 50% delle spese delle casse private che aderiscono all'HMO sono puramente amministrative (costi di esercizio, marketing, ricerche su come ridurre le spese) per non parlare degli stipendi esorbitanti dei dirigenti. Nel programma Medicare diretto dal governo invece i costi amministrativi sono solo del 2%.

Uno studio più recente dei Medici per un Programma Sanitario Nazionale giunge alla conclusione che i costi amministrativi delle HMO costituiscono il 31% dei fondi investiti. Si tratta di un'organizzazione che si sta mobilitando per eliminare tutte le casse HMO, tranne quelle "non profit" create da ambulatori medici di gruppo, e propone invece un sistema sanitario nazionale. Per riassumere, i profitti delle HMO vengono dai tagli alle spese per il trattamento dei pazienti. Queste casse mutue, create sotto Nixon, sono l'equivalente sanitario della Enron nel settore energetico, ovvero un veicolo che inserisce un intermediario finanziario tra medico e paziente, aumentando le spese e riducendo al contempo la qualità dell'assistenza sanitaria. Il controllo sulla sanità pubblica viene tolto ai medici e passa ai cartelli finanziari.

Non sorprende che tra i principali proprietari istituzionali delle HMO ci siano almeno sei grosse banche, le stesse appena rifinanziate dal governo coi pacchetti di salvataggio (Bank of America, Bank of New York Mellon, Goldman Sachs, J.P. Morgan Chase, Morgan Stanley e State Street).

Lyndon LaRouche è irremovibile: bisogna mettere fine al sistema delle HMO e il governo deve tornare ad una politica di sistematica costruzione di infrastrutture mediche e di capacità di ricerca in tutto il paese, come quella che prevalse dalla fine della seconda guerra mondiale all'inizio degli anni Settanta (col sistema Hill-Burton). Questo include anche mettere fine al saccheggio da parte delle imprese farmaceutiche.

Chi ha infilato i tagli alla Sanità nel Piano Obama?

Nell'ottobre 1939, Adolf Hitler emise un decreto per condannare a morte coloro considerati "indegni di vivere", affermando che i malati incurabili dovessero subire una "morte pietosa". Lo sterminio iniziò con i malati mentali, i malati terminali, gli invalidi e i disabili, prima di passare a milioni di ebrei, zingari e altri "indesiderabili", che furono mandati a morire nei campi di concentrazione.

Questo mostruoso programma fu inizialmente giustificato come una semplice misura finanziaria, per alleviare il "fardello economico rappresentato da persone afflitte da malattie ereditarie", come disse Gerhard Wagner, il capo della federazione dei medici nazisti, al congresso del partito nel 1934.

Oggi, autorevoli membri dell'Amministrazione Obama difendono lo stesso tipo di "argomenti pragmatici", e lo stesso Presidente promette di fare le "scelte dure" necessarie per tagliare gli stanziamenti. Questa non è un'esagerazione, come dimostra quanto segue. L'attuale direttore dell'Ufficio del Bilancio della Casa Bianca, Peter Orszag, ha scritto ripetutamente (quando era a capo dell'Ufficio del Bilancio del Congresso, nel 2007-2008), che le medicine e le cure mediche dovrebbero essere razionate secondo l'effetto che esse hanno nell'aumentare il numero di "Anni di vita aggiustati alla qualità" del paziente. Dato un valore in dollari alla vita umana, Orszag ha scritto che gli esperti stimano il valore di un "anno di vita" simile tra i 50 e i 100 mila dollari.

Un altro top consigliere di Obama, Richard Thaler (noto economista comportamentale), ha dedicato allo stesso tema molti scritti, come "Il valore di una vita salvata: una stima di mercato".

Il caso più illustre è quello di Ezekiel Emanuel, fratello del capo dello staff della Casa Bianca e consigliere dello stesso Orszag, nonché membro del Consiglio Federale di Coordinamento della Ricerca sull'Efficacia Comparativa, il gruppo di 15 persone che decide quali medicine e quali cure siano ammesse e quali no.

Nell'ottobre 2008, Ezekiel Emanuel ha scritto in un articolo sull'Huffington Post che "il vasto aumento del debito federale causato dai salvataggi [di banche e hedge funds] intensifica la pressione di rientrare nei costi della sanità". Lo shock della crisi finanziaria sarà così grande, ha scritto Emanuel, che come in una guerra, gli americani accetterebbero brutali politiche sociali. Che tipo di riforma egli abbia in mente è indicato in uno scritto del 1998, dal titolo eloquente Quali sono i risparmi potenziali dalla legalizzazione del suicidio assistito? Il co-autore, Margaret Battin, ha scritto molti articoli a favore del suicidio e del rifiuto selettivo delle cure mediche, prendendo pubblicamente posizione a favore dell'eutanasia.

Un altro personaggio pericoloso è lo "zar della riforma sanitaria" nominato dal Presidente Obama, Nancy-Ann DeParle, che è stata nel board della Cerner Corporation, un'impresa che fornisce soluzioni digitali per ottimizzare i costi della sanità, dal 2001 al marzo 2009. Benché la squadra di Obama sostenga che la informatizzazione aiuterà a ridurre i costi e gli errori, essa invece serve a controllare medici e istituzioni sanitarie che sarebbero tentate di somministrare "troppe cure". Inoltre, il registro elettronico si presta all'abuso dei dati personali del paziente.

Come descrisse nei dettagli il dott. Leo Alexander, consigliere medico ai processi di Norimberga, il processo che portò al programma di sterminio dei nazisti iniziò in "piccoli passi", grazie ad un "sottile cambiamento" nell'atteggiamento di base, a favore dell'accettazione dell'idea che "esista una vita non degna di essere vissuta". Crebbe poi fino a diventare un mostro. Lo stesso processo "utilitaristico" è ora in corso negli Stati Uniti e molti paesi europei. Ora è il momento di soffocarlo nella culla.

Proteste contro la riforma sanitaria in Europa

In Europa sono state attuate varie riforme sanitarie negli ultimi 10-15 anni - ed alcune ancor più brutali negli ultimi mesi, da quando si parla di un deficit crescente nella sanità e di buchi neri nei fondi pensione, che aumenteranno drammaticamente per via della crisi attuale. Tuttavia, tutti questi scenari allarmistici omettono deliberatamente il fatto che se venisse ribaltata la politica economica attuale, creando posti di lavoro produttivi che rimettessero al lavoro i disoccupati, i deficit potrebbero essere eliminati grazie all'aumento dei contributi sui salari.

In Francia, dopo una manifestazione di 15.000 addetti ospedalieri a Parigi il 28 aprile, migliaia di manifestanti sono scesi nuovamente in piazza il 14 maggio in varie città francesi. Il motivo della protesta è la nuova legge che tenta di imporre il ministro della Sanità Roselyne Bachelot, che porterebbe alla privatizzazione degli ospedali pubblici orientandosi ad un sistema di puro profitto. Per la prima volta medici e ricercatori e perfino direttori di reparto e cliniche sono scesi in piazza insieme ad altre categorie ospedaliere.

Il partito Solidarité et Progrès di Jacques Cheminade esige l'abrogazione di tale legge ed il ritorno alla filosofia sanitaria espressa nel preambolo della Costituzione francese del 1946 e dalla Costituzione della Quinta Repubblica di Charles de Grulle del 1958, che riaffermano i "diritti sacri ed inalienabili" di "ciascun essere umano, di qualunque razza, religione o fede".

In Gran Bretagna un nuovo partito politico, No2EU-Yes to Democracy, ha ammonito il 13 maggio che il paese "sta andando a grandi passi verso la privatizzazione a prezzi stracciati del NHS" ovvero il sistema sanitario nazionale. In effetti, il 28 aprile il Parlamento Europeo ha esteso al sistema sanitario il regolamento UE sul "mercato interno", gettando le basi per la privatizzazione del sistema sanitario inglese. Secondo No2EU questo "diktat dell'Unione Europea è la principale minaccia ai principi fondatori del NHS così come fu creato da Aneurin Bevan e il governo laburista nel 1948, secondo cui le cure vanno garantite anche se il paziente non è in grado di pagare".

Questo partito anti UE, che pianifica una manifestazione nazionale a Londra il 1 giugno, si candida alle elezioni europee del 7 giugno e si batte contro "la distruzione del Sistema Sanitario Nazionale condotta dall'UE e dai suoi sostenitori nelle banche e nella grande finanza. L'élite politica nel Regno Unito cospira per distruggere i nostri servizi pubblici e nelle prossime settimane ci mobiliteremo per fermarli", afferma in un comunicato.

In Germania gli effetti di 16 anni di "riduzione dei costi" sono stati denunciati dal sindacato degli addetti ai servizi (ver.di) in preparazione della manifestazione nazionale della Confederazione sindacale DGB che si terrà a Berlino il 16 maggio. La riforma sanitaria ha già eliminato oltre 100.000 posti di lavoro negli ospedali ed in altri organismi sanitari. Al contempo le riforme attuate in molte regioni tedesche, soprattutto negli anni Novanta, hanno trasformato un'infrastruttura sanitaria originariamente creata per fornire servizi sanitari di alta qualità a tutti i cittadini in un sistema dominato dal profitto. È stato imposto un sistema di quote ai medici curanti, che limita il numero di pazienti che possono ricevere un trattamento per ciascuna malattia particolare.

Tratto da Eir Strategic Alert, anno 18 n. 21


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. obama summers larouche orszag

permalink | inviato da claudiogiudici il 20/5/2009 alle 21:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno