Blog: http://claudiogiudici.ilcannocchiale.it

I due seguenti messaggi l'ho postato sul blog di Beppe Grillo.
 
"Guido Rossi!!!
Come denunciato dal "picconatore", il Rossi, non è altro che un avvocato d'affari, il quale ha gestito il passaggio di Bnl a banche estere (mi pare Abn e Paris Bas). Vi ricordate che era partita una scalata Unipol su Bnl? Vi ricordate tutto il chiasso che fu fatto attorno ad Unipol-Crudele, DS-D'Alema-Fassino, e Banca d'Italia-Fazio? Bene, quello che non potè fare l'italiana Unipol, è stato fatto fare dal nuovo governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, a delle banche estere! Il tutto in modo sobrio, parco, silenzioso, con i giornali che annunciavano le operazioni su trafiletti, e con gli occhi degli italiani concentrati su calciopoli.
Viva il libero mercato! ... di chi lo manovra.
Ora, con Guido Rossi che ha reso dignità al calcio, come la c.d. 2a Repubblica la ha resa alla politica (sic), stiamo pur certi che Telecom-Tim finiranno sotto il controllo di qualche azienda estera.
Lo scontro è tra l'oligarchia finanziaria nazionale (da due soldi, a quanto pare) e l'oligarchia finanziaria internazionale (ben più forte).
Il paradosso, caro Beppe, è che contestiamo la prima, facendo il gioco della seconda.
claudio"
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Beppe Grillo, si conferma giullare di corte di alcuni centri finanziari internazionali. Dopo l'apologia entusiasticissima di Soros (ed anche di Turner) definiti esempi di capitalismo illuminato, filantropico - Soros? Il tre volte fallito speculatore, prima di diventare il gestore dei soldi della Corona inglese e del nacrotraffico?! Colui che avviò il crollo del Sme e delle economie del Sud-Est asiatico? -, ora, se la rifà con Tronchetti Provera. Tronchetti Provera, sicuramente è un privilegiato da ancien régime (ma si vuol far cominciare veramente il nouveau régime? Con Guido Rossi nel calcio? Con i soliti noti nella politica? Con Carlyle in Telecom-Tim? Siamo seri! Siamo di fronte ad un régime alla Robespierre!), che grazie al gioco delle scatole cinesi si è impossessato di Telecom Italia.
Tuttavia, Tronchetti in questo momento, è il meno peggio, se si paragona ai suoi avversari: De Benedetti su tutti.
Sono oramai mesi che si martella Telecom con scandali "svelati" col timing. Il caso brasiliano, i misteriosi suicidi dei managers Telecom, le intercettazioni. Guarda caso che da Tim viene via il figlio di De Benedetti, Marco, il quale però entra in Carlyle Italia. Chi dovrebbe comprare Tim? Carlyle Italia!
In sostanza, pare che Tronchetti sia stato costretto allo scorporo, dopo tutti questi scandali.
La solita storia: sono tutti poco puliti, ma chi è meno pulito e detiene i mass media, fa apparire come i più sporchi quelli che _forse_ lo sono meno."
 
Detto ciò, anche se mantenere Tronchetti alla guida di Telecom potesse andare contro l'interesse degli azionisti, tuttavia, la sostituzione del vertice aziendale con Carlyle, faciliterà nuovi licenziamenti, come è tipico dei cambi di vertice, soprattutto se in favore di imprese estere.
 
Saluti.

Pubblicato il 16/9/2006 alle 16.4 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web