Blog: http://claudiogiudici.ilcannocchiale.it

Il miglior universo possibile

Che spettacolo tutto si muove!
Non esiste fermezza, non esiste quiete.
Il mare, il sole, il vento, gli uccelli, la natura.
Che spettacolo!

Una foglia è mangiata dal bruco,
un albero abbattuto dall’uomo.
Che tristezza!

Una zanzara è mangiata dal geco,
un gatto mangia una merla,
un moscondoro affoga nell’acqua,
un pesce è mangiato dal gabbiano.
Che tristezza!

Un terremoto distrugge una città, i suoi abitanti, le sue costruzioni, i suoi animali, la sua vegetazione.
Un bosco è distrutto dal fuoco; i suoi animali, le sue piante.
Che tristezza!

Tutto si è verificato;
doveva verificarsi;
bene che si sia verificato.
Questo è il meglio possibile, quel che si verifica è il meglio possibile.
Che spettacolo!

Tutto è collegato.
Se un soffio di vento cambia, ecco che l’universo cambia.

Tutto è però guidato,
guidato verso il Meglio.

Che spettacolo!
Tutto ciò che avviene, meno male che è avvenuto!

Ed io?
Io so guidare il Tutto verso il Meglio?

Costretto dunque a fare il Bene, solo il Bene.

(Claudio Giudici, 2007)

Pubblicato il 6/8/2007 alle 18.19 nella rubrica Poesia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web